Magyar Természetjáró Szövetség weboldalai MTSZ MTSZ térképportál Turista Magazin TuristaShop TEKA-kártya Kéktúra Gerecse50 A kéktúrázás napja
Choose a language
Plan a route here Copy route
Snowshoes recommended route

Cima Grappa – Monti Salaroli – Valle delle Mure – Val Vecchia

Snowshoes · Grappa Group
Responsible for this content
Little Fish Explorers Choice 
  • Partenza ciaspolata da Cima Grappa con i bei colori del mattino.
    Partenza ciaspolata da Cima Grappa con i bei colori del mattino.
    Photo: Mario Briotto, Little Fish
m 2000 1800 1600 1400 1200 1000 16 14 12 10 8 6 4 2 km Caserna Milano Caserna Milano Monte Grappa Monte Solarolo (1674 m) Monte Valderoa
Ciaspolata che parte da Cima Grappa, scende alla forcelletta di Croce dei Lebi, “cavalca” tutti i Monti Salaroli, e rientra alla partenza risalendo Val delle Mure e Val Vecchia.
difficult
Distance 17.9 km
7:34 h
840 m
840 m
1,775 m
1,193 m

Escursione con le ciaspole molto completa.

Si ritrovano tutte le situazioni tranne il “molto ripido” che, a mio giudizio, comunque ha poco o nulla a che fare con le ciaspole.

È un’andata e ritorno su due linee sostanzialmente parallele, e questo significa che quando si è lontani non ci sono scorciatoie per rientrare alla partenza: tanto si va avanti e tanto bisogna tornare indietro.

Tuttavia, conoscendo bene la zona, è possibile deviare verso “punti macchina” diversi da quello di partenza: dunque in un gruppetto con due persone esperte e due macchine si possono risolvere molti imprevisti.

Tenere ben presente che l’andata è con tendenza discesa, e per tornare indietro ci sarà sicuramente da salire.

Nel complesso escursione molto bella e divertente, direi sorprendentemente bella e divertente per una montagna non compresa fra le più famose per l’escursionismo invernale.

Sarà bella e divertente per tutti solo con meteo e neve perfetti: bisogna tenerla in stand-by per il momento buono.

Profile picture of Mario Briotto
Author
Mario Briotto 
Update: October 20, 2021
Difficulty
difficult
Technique
Stamina
Experience
Landscape
Risk potential
Highest point
Cima Grappa, 1,775 m
Lowest point
1,193 m
Best time of year
Jan
Feb
Mar
Apr
May
Jun
Jul
Aug
Sep
Oct
Nov
Dec
Cardinal direction
NESW

Track types

Show elevation profile

Rest stops

Rifugio Bassano

Safety information

Tenere sempre conto di quanto segue:

  • “Imparare a memoria” il bollettino neve valanghe.
  • A mio giudizio non è sufficiente guardarlo il giorno prima, ma bisognerebbe darci un’occhiata tutti i giorni lungo la stagione invernale per capire bene l’evoluzione del manto nevoso.
  • Almeno una persona di buona esperienza in gruppo che conosca anche il tipo di fondo che sta sotto la neve per poter giudicare meglio le situazioni locali.
  • Premesso che un libro non può mai sostituire un corso tenuto da professionisti, il mio preferito per il tema neve-valanghe è: “NEVE Compendio di Nivologia” di Renato Cresta – Mulatero editore.
  • Ottimo, per le tecniche di valutazione della riduzione del rischio, è: “VALANGHE – Come ridurre il rischio” di Philippe Descamps e Olivier Moret – EDIZIONI VERSANTE SUD.
  • Riporto, da un altro libro, una frase che bisogna sempre avere in memoria: “Spesso si attribuiscono eventi casuali ad abilità; la neve è stabile il 95 per cento delle volte, ma noi confondiamo l’assenza di valanghe con la nostra capacità di prendere buone decisioni”.
  • Ciaspole e sci sono “due mondi diversi”: non seguire acriticamente tracce precedenti di sciatori.

Start

Rifugio Bassano (1,726 m)
Coordinates:
DD
45.873468, 11.801553
DMS
45°52'24.5"N 11°48'05.6"E
UTM
32T 717422 5083806
w3w 
///howling.pocketbook.gadgets
Show on Map

Destination

Rifugio Bassano

Turn-by-turn directions

Dal parcheggio del Rifugio Bassano si va brevemente in piano fino alla grande caserma abbandonata e molto ben visibile in tutta la sua bruttezza.

Qui – all’inizio della discesa verso Croce dei Lebi – c’è, probabilmente, il punto più difficile da interpretare come linea di percorrenza, perché la linea migliore può cambiare abbastanza a seconda delle condizioni della neve.

È il punto (di pochi metri) dove serve qualcuno di esperienza in gruppo.

È anche molto frequentato (qui è difficile trovare neve vergine senza tracce), ma questo non vuol dire che si passa dappertutto.

Dopo i primi metri si fa più facile fino a Croce dei Lebi da dove si traversa con saliscendi fino all’inizio della lunga dorsale dei Monti Salaroli.

Questo traverso segue più o meno l’andamento del sentiero estivo, ma SICURAMENTE bisognerà variare di qualche metro a seconda degli accumuli di neve.

La lunga dorsale dei Monti Salaroli – che è il cuore dell’escursione – può suscitare sensazioni molto contrastanti a seconda delle esperienze personali pregresse.

È sempre abbastanza larga e arrotondata per poter mantenere le giuste distanze dalle immancabili cornici verso nord e dal cambio di inclinazione verso i ripidi pendii che si affacciano in Valle delle Mure.

Con un po’ di attenzione E NEVE STABILE non ci sono grossi problemi.

Tuttavia non è zona per principianti.

Un unico consiglio che posso dare: se a un certo punto, per qualsiasi motivo, si intende interrompere la percorrenza della dorsale dei Monti Salaroli, bisogna tornare indietro verso Croce dei Lebi – MAI SCENDERE I RIPIDI PENDII VERSO LA VALLE DELLE MURE: sono “assai valanghivi” (anche oggi 22 Marzo 2018 si notavano dall’alto dei distacchi spontanei di lastroni, di cui uno veramente importante che lasciava completamente scoperta l’erba di base).

A fine “cavalcata” della lunga dorsale si arriva a Forcella Valderoa e si scende verso sinistra nella valle che divide il Monte Valderoa (su cui ho fatto una veloce “puntatina”) dal Monte Fontana Secca.

Con un giro si arriva, dopo immissione in mulattiera, a Malga Valderoa da dove inizia il lungo rientro.

Da qui tutto terreno molto facile fino a Pian de la Bala.

Da Pian de la Bala bisogna puntare a Malga Val Vecchia (o Val Vecia), ma senza cercare di replicare il percorso della stradetta che d’estate consente di raggiungere (per chi è autorizzato) la malga anche in auto: passa sotto alcuni tratti pericolosi per i distacchi di neve (ben presenti anche oggi).

Di fatto conviene seguire una ben nota traccia estiva (non segnata CAI) con qualche variazione per evitare di passare sotto qualche piccola “ripida gobba”: più o meno è il percorso di questa registrazione, ma con la neve è sempre un più o meno che può cambiare ogni giorno.

Stesso concetto per la prosecuzione fino all’uscita sotto l’Ossario di Cima Grappa.

Qui per l’ultimo tratto serve neve stabile e può essere che, in certi casi, convenga togliere le ciaspole negli ultimi metri.

Tuttavia non è l’unica linea possibile per ritornare alla partenza, e serve qualcuno in gruppo che conosca la zona.

Note


all notes on protected areas

Getting there

Per la Strada Provinciale 148 “Cadorna” da Romano d’Ezzelino o da Seren del Grappa.

Parking

Ampio parcheggio presso l’Ossario di Cima Grappa.

Coordinates

DD
45.873468, 11.801553
DMS
45°52'24.5"N 11°48'05.6"E
UTM
32T 717422 5083806
w3w 
///howling.pocketbook.gadgets
Show on Map
Arrival by train, car, foot or bike

Book recommendation by the author

“Escursionismo Invernale volume 2”

di Francesco Carrer e Luciano Dalla Mora

Idea Montagna – Editoria e Alpinismo

**********

“NEVE Compendio di Nivologia” (Formazione ed evoluzione della neve. Ambiente e dinamica delle valanghe. Prevenzione e soccorso.)

di Renato Cresta

Mulatero editore – COLLANA SPECIALIST

**********

“VALANGHE – Come ridurre il rischio”

di Philippe Descamps e Olivier Moret

EDIZIONI VERSANTE SUD

Author’s map recommendations

Casa editrice TABACCO numero 051 "Massiccio del Grappa Bassano - Feltre" 1:25.000

CLUB ALPINO ITALIANO Sezioni Vicentine del C.A.I. "CANALE DEL BRENTA E MASSICCIO DEL GRAPPA" 1: 25.000

Comunità Montane del Grappa - del Brenta - Feltrina "Il Massiccio del Grappa" 1:30.000

KOMPASS numero 632 “Bassano del Grappa – Monte Grappa” 1:25000

Book recommendations for this region:

Show more

Equipment

Normale dotazione per escursioni su neve con ciaspole, senza dimenticare tutta la parte relativa alla sicurezza.

Questions and answers

Ask the first question

Would you like to the ask the author a question?


Rating

Write your first review

Help others by being the first to add a review.


Photos from others


Difficulty
difficult
Distance
17.9 km
Duration
7:34 h
Ascent
840 m
Descent
840 m
Highest point
1,775 m
Lowest point
1,193 m
Circular route Scenic Insider tip Cultural/historical interest Summit route Forest roads Clear area Forest

Statistics

  • Content
  • Show images Hide images
Features
2D 3D
Maps and trails
  • 6 Waypoints
  • 6 Waypoints
Distance  km
Duration : h
Ascent  m
Descent  m
Highest point  m
Lowest point  m
Push the arrows to change the view
Logo emmi Logo agrar Logo bethlen Logo mol Logo otp